DATA: Venerdì 19 Giugno 2015

FONTE: http://www.direttanews.it

AUTORE: C.M.

Pochi giorni fa, ha fatto scalpore la notizia di una donna di Lecco che, in visita al Duomo di Torino per l’Ostensione della Sacra Sindone, è piombata di colpo in una crisi esoterica e, per quanto dicono, posseduta dal Maligno, ha iniziato a pronunciare incomprensibili frasi in aramaico collassando al suolo.

La crisi sarebbe durata alcuni minuti, durante i quali, secondo alcuni fedeli testimoni “la donna avrebbe iniziato a muovere la testa a scatti in modo innaturale, sembrava di essere in un film dell’orrore”. Poi, fortunatamente, la quiete: sopraggiunti i soccorsi medici, la donna (la cui identità è rimasta riservata) ha avuto modo di rinsavire e di recuperare le forze.

La signora protagonista dell’episodio ha confermato di subire da tempo attacchi in cui è posseduta dal Demonio, e che è seguita da un esorcista della Curia di Milano. Secondo alcune recenti dichiarazioni del più noto esorcista della diocesi di Roma, padre Gabriele Amorth, ancora oggi sono moltissime le persone che fanno richiesta di ricevere un esorcismo. Tirata in ballo dai media, e dal conseguente dibattito scatenatosi nell’opinione pubblica divisa fra suggestionati e scettici, la donna ha deciso di scrivere di proprio pugno una lettera al quotidiano La Repubblica. Di seguito alcuni brani estratti dallo scritto:

“[…] per ovvie ragioni di privacy, vi prego di mantenere il mio anonimato. Ci sono infatti delle informazioni fasulle in quanto ho avuto modo di leggere: innanzitutto non sono io che dico di essere posseduta, e neppure ho detto che il diavolo mi fa compiere cose contro la mia volontà. Non sono io che dico di essere posseduta, ma il fatto è stato accertato e comprovato da tre differenti esorcisti autorizzati dall’Arcidiocesi di Milano. Inoltre la crisi di possessione, che effettivamente ho avuto, non si è verificata davanti alla Sindone, ma allo scadere del tempo della visita, mentre eravamo invitati all’uscita. Non è neppure vero che quando la crisi è finita mi sono rialzata e sono uscita dalla visita come nulla fosse, poiché la visita era già finita, e le persone che mi hanno accompagnata lì, alcuni volontari del centro esorcismi di Milano che ben conoscono la mia situazione, appena hanno capito che iniziavo ad avere reazioni si sono affrettati a portarmi fuori dalla chiesa. È qui che ho avuto la crisi di possessione”.

“[…] Sono nove mesi che sto combattendo contro il maligno, e lo sto facendo con l’aiuto dei ministri della chiesa, con tutte le mie forze e soprattutto nella fede della conversione in Gesù Cristo. Ho preparato questo pellegrinaggio per cercare la grazia della liberazione, che da tutti questi mesi chiedo a Gesù. Se non ho avuto una reazione così violenta e proprio per la grazia e i buoni risultati che questo lungo e intenso percorso ha avuto e sta avendo su di me. È vero, il demonio mi possiede nel corpo, ma non nell’anima! Lui infatti, come mi è stato più volte spiegato dagli esorcisti che mi assistono, non può fare tutto ciò che vuole, ma è tenuto alle catene di Cristo! Inoltre utilizza il materiale che trova presente nella persona… io amo immensamente Nostro Signore, e il demonio lo sa benissimo, infatti nel mio caso particolare mi ha sì fatto parlare molte volte in aramaico antico, mi ha sì straziato il corpo con contorsioni, sbattendomi violentemente il capo a terra…. Ma non ha mai potuto proferire una sola bestemmia! Io infatti non ho mai venduto l’anima al diavolo, ma l’ho sempre disprezzato”.

“[…] Purtroppo, in questo cammino di grande sofferenza, mi sono resa conto che c’è molta superficialità e ignoranza nell’affrontare questo argomento. Viviamo in una società di luoghi comuni, dove una persona posseduta può essere facilmente etichettata come pazza, malata, invasata, o come un mostro da film dell’orrore. Questo va ad aggiungere altra sofferenza ad una condizione che sarebbe umanamente insostenibile se non grazie alla forza dell’Amore di Cristo. Ed è grazie a questa sua forza che, in questi nove mesi di agonia, sono comunque riuscita a condurre una vita normale agli occhi dei più, mantenendo il mio lavoro da libera professionista e i rapporti interpersonali. Chi non sa non penserebbe certo che possa essere proprio io quell’ “indemoniata che si scatena davanti alla Sindone”. E neppure potrebbe immaginare quale lotta debba affrontare, in ogni istante della sua esistenza, una persona posseduta che cerca la liberazione con tutto il suo cuore”.

CM

I Commenti sono chiusi

Login
PROGRAMMI E APPLICAZIONI
Giugno  2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
PROGRAMMI TV

Ephemeris
Cancer
Sun in Cancer
2 degrees
Libra
Moon in Libra
25 degrees
First Quarter Moon
First Quarter Moon
8 days old
On Line
Da Novembre 2010:

  • Questa pagina è stata vista: 6 volte

  • In linea ci sono:
    0 visitatori,
    15 visite oggi,
    38 visite ieri,
    975 in totale

  • Pagine 38 viste oggi,
    494 ieri,
    in totale 20164

  • TopPost è Pagina: Cookies Policy, TopBroswer è Home,
    TopOS è Home
  • Il tuo broswer è ,
    il tuo OS è ,
  • il tuo IP è: 54.80.198.173

  • Nel blog ci sono:
    5490 articoli,
    6 pagine.

Fornito da orario
Marquee Powered By Know How Media.