DATA: 28 Gennaio 2016

FONTERelazione “Rallio di Montechiaro” 2014

AUTORE: Elvio Fiorentini

A metà degli anni 70, il sempre attivo: “ Giornale dei Misteri ” stampato e distribuito dalla Corrado Tedeschi editore, incaricò diversi Gruppi di appassionati all’ufologia, di svolgere, un approfondito sondaggio sul territorio italiano, riguardo quanto la popolazione dello “stivale” credesse, o meno, che gli Oggetti Volanti Non Identificati, talvolta avvistati nei nostri cieli, potessero, potenzialmente, essere di natura anomala se non addirittura aliena. Il particolare, di questo sondaggio e che ancora oggi mi lascia perplesso è che, la stragrande maggioranza delle persone con cui all’epoca parlammo, o erano assolutamente convinti della natura del fenomeno di origine extraterrestre o, che invece si dovesse trattare di aneddotica ( quindi che si dovesse addirittura ritenere che il fenomeno in sé e per sé; non esistesse ) e che trattasse, caso per caso, spiegabile come allucinazione, effetto ottico, errore di valutazione nell’avvistare aerostati, elicotteri, palloni sonda, fenomeni atmosferici intro o extra planetari. L’opinione, però più ricorrente, era quella della mistificazione e della malafede da parte dei testimoni. Da questi risultati quindi, risultava, quasi completamente, assente il punto di vista centrale dei possibilisti, ossia la convinzione di quelli che, non escludevano a priori la possibilità che tali eventi avessero origine da una attività aliena sul nostro pianeta, anche se ritenendo che le prove non fossero, secondo la maggior parte di loro, tali da dare, alla medesima ipotesi, un margine soddisfacentemente sufficiente di attendibilità. Quindi 40 anni fa, in Italia, la popolazione era nettamente divisa sulla personale opinione riguardo il fenomeno UFO. Una “torta” divisa in due fazioni ben distinte: Gli uni, assolutamente convinti della natura extraterrestre del fenomeno, affrontandolo, anche indirettamente, come un fatto ineluttabile, sintetizzabile con il seguente pensiero: “ il fenomeno è sicuramente di origine extraterrestre, ma questo, in fin dei conti, non mi cambia sostanzialmente la vita!” pur sempre vivendolo quasi si trattasse di un evento talmente delicato e strano, quanto fuori dalla propria sfera di quotidianità, da accettarlo passivamente; senza per altro ritenere di approfondirlo, forse in bilico sull’analisi del fenomeno, di caratteristica sociale, avvolti da una sorta di velo di timore se non addirittura di paura; L’altra metà della “torta” lo negava, rifiutandolo e ignorandone categoricamente qualsiasi valenza testimoniale, e/o una futura evoluzione, ritenendolo talmente fuori dalla quotidianità relegandolo, senza sé e senza ma, al mondo delle fole. Mentre queste prese di posizione nelle rispettive Comunità di pensiero, permeavano la convinzione del semplice cittadino di vivere nella rassicurante certezza che, almeno su questo Pianeta e nelle sue “zone limitrofe”, quali la Luna, l’uomo possedeva il controllo, praticamente, totale della situazione; nelle “altissime sfere” ai vertici Politico-Governativi e Militari, per intenderci, già da qualche decennio, il fenomeno Ufo, al di fuori di ogni ragionevole dubbio, doveva e veniva trattato come una evidente attività di chiara matrice extraterrestre, già in essere sul nostro pianeta da tempo. Attività che appunto è talmente antica, da vantare la gran parte di ricercatori ufologici, i quali dedicano i propri studi e ricerche ad una branca specifica chiamata in origine: “Clipeologia” e più recentemente rinominata “Paleoastronautica” o “Archeologia Spaziale”. Un esempio per tutti ( visto che di tale argomento e relativa casistica potremmo portare ore di commenti e magari potrà essere oggetto di un prossimo articolo. Una testimonianza datata: 1558 di cui fu protagonista diretto lo scultore BENVENUTO CELLINI, il quale nella propria autobiografia intitolata “LA VITA” racconta che, durante la fuga da Firenze assieme ad un compagno di sventura, rimase scioccato da un insolito oggetto volante stazionante ( quindi fermo) presente in cielo, e così lo descriveva al capitolo 89: “ Oh Dio del cielo, che gran cosa è quella che si vede sopra Firenze? Questo sì era com’un gran trave di fuoco, il quale scintillava e rendeva grandissimo splendore ….“. Tornando a tempi più recenti … molte sono le testimonianze su attività Ufo legate non solo al passaggio aereo di tali oggetti, ma anche sull’atterraggio, ed in alcuni casi, anche di incidenti di volo dei fantomatici velivoli. A partire dai vari Ufo Crash avvenuti già nel 1897 con lo schianto di un ordigno di forma discoidale avvenuto nella cittadina di Aurora ( Texas) e il cui piccolo e macrocefalo corpo del pilota, pare sia stato, dagli abitanti della cittadina, sepolto nell’antico cimitero locale. Giungiamo poi ai flap avvenuti nel Veneto e in Lombardia durante l’era fascista, come testimoniano i resoconti raccolti su carta intestata del Senato del Regno; E nelle cui note, riguardanti l’atterraggio nel milanese di uno degli oggetti insoliti, forse costretto da una avaria. L’AGENZIA STEFANI ( i Servizi Segreti agli ordini di Mussolini ) hanno inviato almeno 3 telegrammi a varie postazioni di Polizia ed informazione, indicando che la vicenda doveva essere avvolta dal massimo segreto, per ordine personale dello stesso Duce. Infatti in uno degli ultimi telegrammi leggiamo testualmente: “D’ORDINE PERSONALE DEL DUCE DISPONESI IMMEDIATO, DICESI IMMEDIATO, ARRESTO DIFFUSIONE NOTIZIA RELATIVA AT AEROMOBILE NATURA ET PROVENIENZA SCONOSCIUTE DI CUI AT DISPACCIO STEFANI DATA ODIERNA HORE 7 ET 30 STOP. DISPONESI ISTANTANEA RIFUSIONI EVENTUALI PIOMBI GIORNALI RECANTI DETTA NOTIZIA STOP. PREVISTE MAX PENE PER TRASGRESSORI FINO AT DEFERIMENTO TRIBUNALE SICUREZZA DELLO STATO STOP. DARE IMMEDIATA CONFERMA RICEVIMENTO STOP. = = DIREZIONE GENERALE AFFARI SPECIALI = = FINE STOP. Si sa che dallo spunto di questo caso, portato alla luce e ancora indagato da Roberto Pinotti e Alfredo Lissoni ( vertici del CUN ), nacque all’epoca, l’organizzazione scientifica denominata GABINETTO RS/33, in cui, tale sigla, sta per: RICERCHE SPECIALI e 33 PER L’ANNO di fondazione. Tale organizzazione era diretta niente popò di meno che da GUGLIELMO MARCONI. Ma è solo dopo l’ormai famosissimo Crash di Roswell, avvenuto 15 anni dopo, ossia nel Giugno del 1947 nel New Mexico, che il rapporto tra il fenomeno Ufo e i vertici del potere governativo e militare Occidentale, giunge ad una svolta epocale. Recuperati infatti i corpi di 3 ufonauti, di cui 2 periti nell’impatto, mentre il terzo tempo dopo, a causa di ferite riportate nell’impatto e, oltre ciò, probabilmente per la assoluta ignoranza dei medici sulla fisiologia di quegli esseri, convinse il Governo Americano alla certezza della realtà del fenomeno Ufo, ed indusse la controparte, ossia gli ufonauti, a dover stabilire un contatto diretto e preferenziale con quel Governo che, in quel momento, era in possesso di frammenti della propria innovativa tecnologia, oltre ai corpi dei propri compagni. Vista però, la reticenza da parte degli americani, alla restituzione di un tale tesoro tecnologico, la trattativa con molta probabilità sfociò in una sorta di collaborazione, sicuramente in parte, forzata tra gli Stati Uniti ed i presunti alieni. Tale collaborazione venne, per così dire, perfezionata e ufficializzata, nel 1954 (anno contrassegnato da una impressionante ondata di avvistamenti in tutto il mondo, Italia compresa) e segretamente gestita dall’allora Presidente degli Stati Uniti Dwight Eisenhower oltre, ovviamente, ad alcuni vertici militari. I quali, il 20 Febbraio del 1954 incontrarono segretamente, presso la Base Militare di Muroc Airfield divenuta in seguito Base di Edwards, installata nello Stato della California, una delegazione di Entità extraterrestri, giunti sul posto a bordo di 5 Ufo. Tale notizia venne convalidata anche dal ricercatore francese Jimmy Guieu, che ricevette la soffiata da un testimone diretto, allora facente parte dello staff militare della Base. Altri testimoni dell’evento, risultarono essere rispettivamente un parente stretto dell’ex Presidente americano Harry Truman, un noto rappresentante dei vertici governativi dell’Informazione; ed un Vescovo della Chiesa Episcopale della Sede Cattolica Californiana. La presenza di tali importanti rappresentanti della società civile, in una Base Militare non era quindi né occasionale né accidentale, ma richiesta dal Presidente Eisenhower stesso. Tale incontro, inoltre, troverebbe indirette conferme anche attraverso approfondite e costanti indagini da parte di investigatori e ricercatori quali: William Moore e Charles Berlitz, che porterebbero prove aggiuntive alle testimonianze del colonnello Philip Corso, riguardo il fatto che, Eisenhower, la sera del 20 Febbraio 1954 per così dire “scomparve”, con la totale discrezione degli uomini della sua sicurezza, per alcune ore dal ranch SMOKE TREE di proprietà del suo amico Helms. Infatti, tale Ranch, era situato a breve distanza dalla protettissima Base Aerea di Muroc. Dopo numerose ipotesi sulla improvvisa e temporanea scomparsa del Presidente, il portavoce della Casa Bianca James Haggerty, giustificò l’evento con la corsa del Presidente presso l’ambulatorio di un dentista locale, per farsi sistemare una capsula dentaria saltata via dopo che il politico aveva addentato una coscia di pollo, per alcuni od una mela per altri. Vista l’inverosimiglianza della dichiarazione, cominciarono a correre nello Staff Governativo voci discrete, ma con evidenza, non sufficientemente, che la temporanea scomparsa di Eisenhower, riguardava qualcosa : “Che non apparteneva a questo mondo!” In Italia di tale vicenda se ne occupò, in particolar modo, il giornalista Bruno Ghibaudi, che ne diede ampia relazione sul settimanale “la settimana incom illustrata” e sulle pagine del quotidiano “Il Tempo”. Si occupò di tale vicenda, e per molto tempo, anche un altro importante giornalista e ricercatore inglese: sir Desmond Leslie che con George Hunt Williamson, nell’Ottobre 1954 riuscì a rintracciare un’appartenente all’Aeronautica Militare statunitense, il quale, confermò quanto avvenuto nella sudetta Base Aerea. Come anche venne confermata la presenza dei tre testimoni civili, che da indiscrezioni sarebbero risultati essere: mr. Franklin Allen, il finanziere americano Edwin Nourse e L’allora Vescovo, ed in seguito Cardinale, James McIntyre della Diocesi di Los Angeles. Mentre ciò accadeva, negli Stati Uniti, gli avvistamenti e soprattutto gli atterraggi continuavano abbondantemente in ogni parte del pianeta. Escludendo quindi, a priori, l’ipotesi degli Ufo come prototipi di velivoli Aerei di costruzione militare terrestre e sperimentati da una ignota superpotenza. In considerazione di questa ipotesi, nessuno infatti, sarebbe così imbecille da collaudare un prototipo sul territorio di un potenziale nemico con il probabile rischio che cada tra le braccia dello stesso. L’opinione pubblica, cominciava anche a dubitare che, tali episodici avvistamenti, fossero dovuti anche all’alternativa ipotesi spiegabile con le allucinazioni, mistificazioni o alla peperonata della nonna. Il fenomeno era quindi reale, oltre che complesso ed articolato al di là della stessa “percezione” dei testimoni che, di volta in volta, forse, ma sottolineo forse, ne divenivano protagonisti, assai frequentemente riluttanti!

                                                                                                                                                     Elvio Fiorentini

I Commenti sono chiusi

Login
PROGRAMMI E APPLICAZIONI
Luglio  2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31  
PROGRAMMI TV

Ephemeris
Cancer
Sun in Cancer
27 degrees
Virgo
Moon in Virgo
24 degrees
Waxing Crescent Moon
Waxing Crescent Moon
4 days old
On Line
Da Novembre 2010:

  • Questa pagina è stata vista: 9 volte

  • In linea ci sono:
    0 visitatori,
    31 visite oggi,
    39 visite ieri,
    1117 in totale

  • Pagine 75 viste oggi,
    339 ieri,
    in totale 20380

  • TopPost è Pagina: Cookies Policy, TopBroswer è Home,
    TopOS è Home
  • Il tuo broswer è ,
    il tuo OS è ,
  • il tuo IP è: 54.198.77.35

  • Nel blog ci sono:
    5490 articoli,
    6 pagine.

Fornito da orario
Marquee Powered By Know How Media.