FONTE: www.dday.it 

AUTORE: Pasquale Agizza

DATA21 Dicembre 2020

Un segnale radio captato da un osservatorio australiano ha colpito l’attenzione della comunità scientifica: proviene da Proxima Centauri e, a causa di alcune caratteristiche, non si può ancora escludere la natura volontaria dell’invio.

 Un segnale radio apparentemente proveniente dalla stella nana rossa Proxima Centauri, a 4,2 anni luce da noi e che ha alcune caratteristiche che ne potrebbero indicare la natura artificiale ed extraterrestre. È questa la notizia del giorno, pubblicata dal giornale inglese The Guardian e confermata dagli scienziati che stanno lavorando al caso.

Il segnale radio è stato captato dai radioscopi dell’Osservatorio di Parkes in Australia nel 2019. A scoprire il segnale è stata l’organizzazione Breakthrough Listen, un’associazione creata grazie anche al contributo del famoso fisico Stephen Hawking, che si prefigge il compito di cercare segni di vita extra-terrestre.

A rendere particolarmente interessante questo segnale, e a distinguerlo dai numerosi segnali già captati dai radiotelescopi ed attribuibili a fonti naturali, è il fatto che il segnale, diversamente da tutti quelli precedenti, è concentrato in una banda molto stretta, sulla frequenza dei 982 MHz. Si tratta di una regione di spettro radio tipicamente priva, di trasmissioni da satelliti e veicoli spaziali di fabbricazione umana, il che porterebbe a escludere l’origine terrestre e renderebbe il segnale coerente con una possibile natura artificiale.

Da sottolineare che, ovviamente, coerente con una possibile natura artificiale non significa avere la certezza che lo sia. “È un segnale che non può essere ancora spiegato, e dunque va approfondito” ha dichiarato Andew Siemion dell’Università della California, confermando successivamente che il segnale è “degno di attenzione”. Allo stesso tempo la mancanza di alcune caratteristiche, in particolare di indizi di modulazione, escludono che possa trattarsi di una trasmissione contenente informazione e lo stesso team di Breakthrough Listen avverte che con ogni probabilità la sorgente del segnale si rivelerà essere al 99,9% di origine umana.

Su Proxima Centauri b potrebbe esserci acqua allo stato liquido

Proxima Centauri è, come detto in apertura, una stella nana rossa posta a circa 4,2 anni luce dalla Terra, in direzione della costellazione del Centauro. Fu scoperta nel 1915, fa parte del sistema Alfa Centauri ed è la stella più vicina al Sole.

La posizione di Proxima Centauri rispetto al Sole e alla Terra

Non è la prima volta che Proxima Centauri balza agli onori della cronaca generalista. Nel 2016, infatti, è stato scoperto un pianeta – Proxima Centauri b – che orbita nella zona abitabile di Proxima Centauri e potenzialmente dotato di acqua liquida.

Proxima Centauri b ricade nella zona abitabile della stella Proxima Centauri appunto, ed essendo, come visto, potenzialmente in grado di avere acqua liquida in superficie, è considerato nella condizione più favorevole per ospitare vita extra-terrestre. Ma non esiste, al momento, nessuna conferma che l’acqua sia effettivamente presente su Proxima Centauri b.

Il segnale “Wow”, quando abbiamo creduto di aver trovato gli alieni

E non è nemmeno la prima volta che viene rilevato un segnale inspiegabile proveniente dall’esterno del sistema solare. Già nel 1977, infatti, l’astronomo Jerry R. Ehman riferì di un forte segnale radio a banda stretta, così inconsueto da portare l’uomo a scrivere un Wow! in corrispondenza del tabulato stampato dal radiotelescopio.

La stampa del tabulato con l’annotazione del Wow! scritta a penna

Da quel giorno ci si riferisce a quel segnale come al “segnale Wow!”, ed è stato oggetto delle più disparate teorie, a cavallo fra scienza e fantascienza. Il ricercatore del SETI Frank Drake suppose che fosse stato inviato da una civiltà extra-terrestre estremamente lontana, che avrebbe focalizzato tutta l’energia di emissione in un fascio spaziale molto stretto e soltanto per pochi minuti.

Lo stesso scopritore Jerry R. Ehman sposò, invece, una teoria scettica che vedeva il segnale Wow! come risultato di un fenomeno chiamato scintillazione interstellare che genera disturbi nella ricezione radioastronomica.

Dopo anni di dibattiti, studi ed anche teorie del complotto sposate da famose serie televisive, nel 2017 l’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti ha derubricato il segnale Wow! ad un disturbo nella ricezione dovuto al passaggio contemporaneo di due comete, la 266P/Christensen e la 335P/Gibbs.

I Commenti sono chiusi

Login
PROGRAMMI E APPLICAZIONI
Giugno  2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30  
PROGRAMMI TV

Ephemeris
Gemini
Sun in Gemini
27 degrees
Libra
Moon in Libra
29 degrees
Waxing Gibbous Moon
Waxing Gibbous Moon
10 days old
On Line
Da Novembre 2010:

  • Questa pagina è stata vista: 6 volte

  • In linea ci sono:
    7 visitatori,
    37 visite oggi,
    70 visite ieri,
    879 in totale

  • Pagine 544 viste oggi,
    1487 ieri,
    in totale 16952

  • TopPost è Pagina: Elenco Articoli, TopBroswer è Safari,
    TopOS è Android
  • Il tuo broswer è ,
    il tuo OS è ,
  • il tuo IP è: 3.236.98.69

  • Nel blog ci sono:
    5496 articoli,
    6 pagine.

Fornito da orario
Marquee Powered By Know How Media.