DATA: 14 Dicembre 2011

FONTE: Quotidiano Libertà

AUTORE: Lucio Rossi

Per la prima volta è stata “avvistata” la particella di Dio, ossia il bosone di Higgs, grazie al quale esiste la massa. I primi dati sono stati presentati ieri a Ginevra. Ecco il commento-resoconto per Libertà del piacentino Lucio Rossi, fisico e direttore del progettoLHC.CERN 13 dicembre. Forse SantaLucia ci farà un grossissimo regalo: dopo un anno di “caccia grossa” ora i risultati sulla r icerca della particella di Higgs sono presentati in un affollatissimo auditorium quì a Ginevra. Talmente affollato ( contiene circa 500 persone ) che non sono riuscito ad entrare. Già a mezzogiorno, due ore prima dell’inizio dei seminari l’auditorium è pieno, con soli pochi posti riservati ai membri del SPC (Comitato della Politica Scientifica).

Sono quindi in una sala adiacente in cui il seminario sarà ritrasmesso, in compagnia della professoressa Cifarelli, presidente della Società Italiana di Fisica, di Umberto Dosselli, vicepresidente INFN, ecc.

L’attesa è tanta, tutti siamo curiosi di verificare le voci incontrollate che ormai da qualche giorno si susseguono.

Non ci aspettiamo che sia anunciata la scoperta definitiva e certa del famoso bosone, la cosidetta particella di Dio. Ci attendiamo però che sia confermata la voce che l’Higgs è stato visto, o meglio intravisto.

Certo ancora in modo non chiaro, nitido e lucido: ci aspettiamo che sia annunciato che la precisione con cui lo misuriamo non è ancora sufficiente, e per questo occorrerà che LHC marci a pieno vapore ancora tutto l’anno prossimo.

Ma ci attendiamo l’annuncio che l’Higgs è ormai in trappola, che abbiamo circoscritto il dominio di ricerca in cui si può nascondere: in un anno di ricerche e misure sempre più accurate, gli abbiamo ridotto lo spazio vitale di un fattore cento.

E’ un po’ come se cercando una persona sulle centomila di Piacenza, l’avessimo intravista e intrappolata in un grande palazzo, per esempio nel grattacielo dei Mille: ormai non si può scappare, è questione di tempo.

Ecco il seminario inizia, con il direttore generale Rolf Heuer che dopo aver fatto i complimenti al team che ha progettato e costruito la macchina (mi sento orgoglioso!) cede la parola ai due portavoce degli esperimenti, entrambi italiani: Fabiola Gianotti, ATLAS, e Guido Tonelli, CMS. Entrambi spiegano in modo molto preciso l’analisi dei loro dati e lentamente emerge la consapevolezza che sì, effettivamente, l’Higgs sembra in trappola.

Hanno ristretto la zona in cui può nascondersi ma in più l’hanno visto: di sfuggita, sfocato ma sembra di poter dire con una certezza maggiore del 60-70% che abbia una massa attorno a 124 GeV, proprio il valore che si riteneva tra i più probabili.

Non siamo ancora al Nobel (un altro italiano?) ma siamo sulla strada buona…

Ovviamente da verificare, come ricorda il Direttore Generale alla fine: gli esperimenti, per migliorare la precisione in modo definitivo, stanno richiedendo che LHC produca nel 2012 un numero di collisioni circa quattro volte superiore a quello prodotto nel 2011, che già è stato un anno di record inaspettati.

Ce la faremo? Non lo so.

Ci proveremo con tutte le forze: uno step cruciale nell’avventura della conoscenza dipende ancora da noi, da LHC! Buon Natale a tutti, cari piacentini.

Lucio Rossi (già responsabile dei magneti superconduttori LHC. Ora Project Leader di LHC ad Alta Luminosità.)


I Commenti sono chiusi

Login
PROGRAMMI E APPLICAZIONI
Ottobre  2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
  1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
PROGRAMMI TV

Ephemeris
Libra
Sun in Libra
26 degrees
Aquarius
Moon in Aquarius
21 degrees
First Quarter Moon
First Quarter Moon
9 days old
On Line
Da Novembre 2010:

  • Questa pagina è stata vista: 4 volte

  • In linea ci sono:
    3 visitatori,
    5 visite oggi,
    90 visite ieri,
    1196 in totale

  • Pagine 8 viste oggi,
    739 ieri,
    in totale 21526

  • TopPost è Pagina: Elenco Articoli, TopBroswer è Home,
    TopOS è Home
  • Il tuo broswer è ,
    il tuo OS è ,
  • il tuo IP è: 3.237.16.210

  • Nel blog ci sono:
    5496 articoli,
    6 pagine.

Fornito da orario
Marquee Powered By Know How Media.